ITA ENG

gaetano tranchino siracusa sicilia art arte italia italy oil paintings dipinti quadri ad olio italian sicilian artists painters artisti italiani siciliani mostre personali collettive personal solo exhibitions critica critici vincenzo consolo ferdinando scianna giorgio de chirico alberto savinio borges leonardo sciascia
 

Menu

Gaetano Tranchino - Biografia

















 

 

HOME
Opere 1
Opere 2
Mostre
Critica
Bibliografia
Links
Contatti

Testo di Leonardo Sciascia (Corriere della Sera - luglio 1986)


 

Nato a Siracusa nel 1938, Gaetano Tranchino a Siracusa vive senza inquietudini che non siano quelle della ricerca, dell’ approfondimento e perfezionamento dell’ arte sua: sereno, appagato, senza alcuna ansietà ed affanno ad inseguire la notorietà, il successo. Raramente si allontana dalla sua città: in occasione di qualche sua mostra in Italia e all’ estero – o di mostre altrui, ma di pittori che sommamente lo interessano.


Gaetano Tranchino nel suo studio a Siracusa

 Stranamente, stante l’ imponente ciarlataneria che nel campo dell’ arte (si dice per dire, arte: poiché frequente ne è la negazione) trova spazio, Tranchino è riuscito a guadagnarsi il suo con mostre, a distanza di qualche anno tra l’ una e l’ altra, in prestigiose gallerie; e riscuotendo l’ attenzione dei critici più avvertiti e perciò meno legati a tendenze più o meno inautentiche , più o meno mistificatorie. Non gli è mancata, peraltro, l’ attenzione di scrittori non addetti ai lavori di critica d’ arte: e particolarmente è da segnalare la presentazione che Vincenzo Consolo ha fatto per la mostra di qualche anno fa alla milanese Galleria Trentadue…


Gaetano Tranchino e Ferdinando Scianna (Bagheria, 1985)

 … guardando le sue pitture si può se mai far qualche richiamo a De Chirico, a Savinio, a Giuseppe Viviani. Ma più puntuali e sollecitanti vengono i richiami letterari. A Borges che in questi ultimi anni è stato per Tranchino congeniale nutrimento: come lo scrittore che la sua pittura in un certo senso attendeva.


I cinque della medaglia

E a Conrad, che giustamente Antonello Trombadori ricorda nel discorso introduttivo al catalogo. E non è che faccia pensare a Conrad la presenza, nei quadri di Tranchino, del mare, delle navi che sembrano emergere dal fondo marino, cariche di escrescenze e incrostazioni, dei marinai confitti nell’ immemore stupore. E’  piuttosto, a far pensare a Conrad, la presenza di un destino, del destino.


(Foto: Daniele Aliffi)

 

     

HOME | Opere 1 | Opere 2 | Mostre | Critica | Bibliografia | Links | Contatti

     

Realizzato da:
Cantieri Multimediali di Andrea Latina - Studio di progettazione Siti Internet e Prodotti Multimediali
CANTIERI MULTIMEDIALI
 

 
eXTReMe Tracker
 

GAETANO TRANCHINO - Via Vittorio Veneto, 23 - 96100 Siracusa - ITALIA
Tel: +0039 0931 24945 / 0931 318335 - E-mail: info@gaetanotranchino.it

-